Una delle confusioni più comuni tra i neofiti della criptovaluta è sicuramente quella di non riuscire a distinguere tra la blockchain e il protocollo Bitcoin.

Un mnemonico abbastanza efficace per ricordare la differenza sarà sempre quello che probabilmente avete imparato quando eravate più giovani:

“Un quadrato è un rettangolo, MA un rettangolo non è sempre un quadrato!”.

I vostri insegnanti vi hanno ripetuto questa regola fin da quando eravate bambini. Mi dispiace deludervi, ma in questo articolo non parleremo di geometria!

Questo approccio di memorizzazione è presente anche quando si parla di blockchain e Bitcoin.

“Bitcoin è una blockchain, MA una blockchain non è sempre Bitcoin”.

La confusione è quasi onnipresente tra i neofiti, il che è un bene perché la maggior parte degli esperti del settore spesso usa la scorciatoia: Blockchain = Bitcoin.

Che cos'è esattamente la blockchain?

Come si può differenziare tra Bitcoin e blockchain

Per dirla in modo semplice, una blockchain è un enorme file in cui vengono memorizzati i dati. Per aggiungere l’aspetto decentralizzato che tutti gli appassionati di criptovalute amano, questo file deve essere condiviso su migliaia o addirittura milioni di dispositivi (computer, telefoni, apparecchi specializzati) collegati a Internet.

Questa decentralizzazione è uno degli elementi che rendono la blockchain così rivoluzionaria.

A differenza di un database tradizionale e centralizzato, in cui i record sono gestiti da un amministratore centrale (ad esempio un’azienda o un governo), l’intera blockchain è trasparente e i dati contenuti sono verificati da molti utenti in tutto il mondo.

Si chiama blockchain perché ogni nuovo blocco di dati è collegato al blocco precedente. Senza entrare troppo nel tecnico, non è possibile modificare i dati di un vecchio blocco della blockchain senza che tutti lo vedano, durante la verifica della firma (hash) di ogni blocco. Questo limita di molto il rischio di corruzione delle informazioni contenute in ogni blocco.

Sì, in pratica è Bitcoin?

Sì e no! Blockchain è la tecnologia che deriva da Bitcoin ed è stata elaborata appositamente per questo modello.

Il Bitcoin è stato il primo esempio conosciuto di blockchain in azione. Senza blockchain non ci sarebbe il Bitcoin e viceversa.

Bitcoin è uno dei tanti usi possibili di una blockchain.

E questo è un aspetto che gli sviluppatori dell’enorme ecosistema delle criptovalute hanno capito.

Come Bitcoin si serve della Blockchain per funzionare

Il Bitcoin è una criptomoneta digitale decentralizzata, un sistema di pagamento peer-to-peer in cui gli utenti possono scambiare valore in modo anonimo, senza l’intervento di una terza entità.

Il Bitcoin è solo un esempio di criptovaluta; anche altre reti cripto sono alimentate dalla tecnologia blockchain.

Sebbene il trasferimento di valore sia comune a tutte le criptovalute, non è la cosa più importante quando si crea un progetto.

In effetti, la tecnologia blockchain è molto utile per i progetti di piattaforme decentralizzate. Per questo motivo ha molti usi.

Poiché la Blockchain è un enorme database, senza autorizzazioni specifiche per accedere alle sue informazioni, consente un numero quasi infinito di applicazioni diverse.

Quali altri usi si possono fare della tecnologia blockchain?

Poiché Blockchain e Bitcoin sono così indissolubilmente legati, ci è voluto un po’ di tempo per capire che Blockchain ha in realtà applicazioni molto più ampie delle reti di criptovalute.

In effetti, il potenziale della blockchain è così grande che la stragrande maggioranza degli investitori in criptovalute ritiene che questa tecnologia rivoluzionerà il modo in cui facciamo affari, proprio come ha fatto internet prima.

Ecco alcuni esempi di applicazioni della blockchain al di là del bitcoin e delle altre criptovalute:

 

  • Contratti intelligenti o smart contract:

Grazie a Bitcoin, sappiamo già che la blockchain è ideale per facilitare le transazioni digitali, ma può anche essere utilizzata per autenticare i contratti digitali attraverso gli smart contract.

Con un contratto intelligente, i pagamenti automatici possono essere rilasciati una volta che i termini del contratto sono stati rispettati, il che promette di risparmiare tempo e di aiutare a ridurre le discrepanze o a risolvere eventuali controversie.

  • Mantenere un sistema di registrazione condiviso e trasparente: 

La blockchain è la soluzione ideale per mantenere un registro delle transazioni e delle attività a lungo termine. Poiché ogni transazione o attività è visibile a qualsiasi utente, è assolutamente possibile importare i dati notarili in una blockchain. Di conseguenza, chiunque può sapere chi possiede un titolo di proprietà, senza dover chiedere a un servizio terzo.

  • Audit della catena di approvvigionamento : 

La blockchain consente agli utenti di risalire alla proprietà dei beni fino alla fonte. Ad esempio, il supermercato Carrefour ha iniziato a utilizzare la blockchain per tracciare il pollame dalla deposizione al cliente finale. Chiunque desideri verificare che il proprio pollame sia privo di conflitti avrà a disposizione una documentazione trasparente e completa.

  • Presentare la prova dell’assicurazione: 

La compagnia assicurativa Nationwide intende utilizzare la blockchain per fornire informazioni sulla prova dell’assicurazione. Lo strumento aiuterà gli agenti di polizia, gli assicuratori e i clienti a verificare istantaneamente la copertura assicurativa, contribuendo ad accelerare il processo di gestione delle richieste di risarcimento.

Promemoria: Blockchain VS Bitcoin

Il Bitcoin è una criptovaluta, mentre la blockchain è un database distribuito.

Il Bitcoin è alimentato dalla tecnologia blockchain, ma la blockchain ha trovato molti usi oltre al Bitcoin.

Il Bitcoin promuove l’anonimato, mentre la blockchain punta alla trasparenza. Per poter essere applicata in alcuni settori (in particolare quello bancario), la blockchain deve soddisfare rigide regole di conoscenza dei clienti.

Il Bitcoin può essere utilizzato per trasferire valuta tra gli utenti, mentre la blockchain può essere utilizzata per trasferire ogni genere di cose, tra cui informazioni o diritti di proprietà.

“Bitcoin è una blockchain, MA una blockchain non è sempre Bitcoin”.
Autore

Vi siete persi nell'universo delle criptovalute? Benvenuti su Criptosociety, la piattaforma educativa dove divulghiamo le criptovalute e i Bitcoin per aiutarvi a scoprire questo universo decentralizzato attraverso varie presentazioni di progetti cripto, accompagnate da guide e tutorial.

Scrivere un commento

Please enter and activate your license key for Cryptocurrency Widgets PRO plugin for unrestricted and full access of all premium features.