Un short squeeze si verifica quando un'azione sale e i venditori allo scoperto decidono di coprire le loro posizioni short o sono costretti a farlo attraverso le richieste di margine. Quando questi venditori allo scoperto acquistano il titolo, il prezzo sale, creando potenzialmente una situazione in cui altri short devono coprirsi.

Definizione di short squeeze in crypto trading?

Uno short squeeze nel trading è una variazione rapida e sorprendente del prezzo di un asset negoziabile (cripto o non), che costringe i venditori allo scoperto a riacquistare improvvisamente la propria posizione per limitare le perdite, provocando un forte aumento del prezzo dell’asset in questione attraverso un effetto snowball.

Vediamo cosa significa il concetto di vendita allo scoperto per capire in che modo provoca gli short squeeze.

Che cos'è short squeeze e come funziona?

Che cos'è una vendita allo scoperto (short) nel trading

A differenza del cosiddetto ” long” che acquista un’attività per cercare di rivenderla a un prezzo superiore, i venditori allo scoperto fanno sostanzialmente l’opposto, vendendo un’attività (non di proprietà) e cercando poi di riacquistarla a un prezzo inferiore quando è scesa. 

In termini pratici, ciò significa scommettere sul calo del prezzo di un’attività.

Esempio:

L’asset X è a 20 dollari e si decide di effettuare una vendita allo scoperto. Poi il prezzo di questo asset passa a 15 dollari qualche giorno dopo.

Potete quindi riacquistare l’attività chiudendo la vendita allo scoperto per intascare la differenza: ($20 – $15 = $5 di profitto).

Tuttavia, quando si verifica un movimento al rialzo, i venditori allo scoperto sono spesso costretti a riacquistare (in perdita) l’asset in questione per limitare le perdite o semplicemente durante le liquidazioni forzate.

Questa strategia di trading è molto comune tra i trader istituzionali.

Di solito viene utilizzato dagli investitori istituzionali per coprirsi (hedging) dalla volatilità quando sono fortemente esposti.

Questa strategia viene utilizzata anche dai trader per ottenere semplicemente una performance in un mercato orso.

Si tratta di una strategia ad alto rischio, in quanto il prezzo di un asset può tecnicamente continuare a salire senza limiti.

Questo è in contrasto con un declino, che è tecnicamente limitato al valore 0.

Come si verifica uno short squeeze?

Quello che viene chiamato short squeeze è in realtà una cascata di acquisti forzati.

 Ma perché gli “bears” o i venditori si ritrovano a comprare un’attività su cui avevano scommesso al ribasso?

In parole semplici, una scommessa short o downside equivale a contrarre un prestito per vendere un’attività e poi riacquistarla per ripagare il prestito.

Quando tutto va secondo i piani, il trader allo scoperto può decidere quando è il momento migliore per riacquistare l’asset e chiudere la sua posizione (rimborsare il prestito).

Ma se il trader viene liquidato o attiva il suo stop loss, è costretto a riacquistare l’asset a un prezzo superiore a quello del prestito.

Il venditore si trova quindi in perdita e costretto a diventare acquirente per chiudere la sua posizione.

A volte, però, molti operatori di mercato si trovano in posizione short sullo stesso asset, con livelli di ingresso simili e talvolta potenti effetti di leva.

Questi trader condividono spesso prezzi di liquidazione e livelli di stop-loss simili.

Esempio di short squeeze all'evento GameStop

Vedete dove potrebbe portare?

Se il prezzo dell’asset in questione sale fino a questi livelli condensati (in stop-loss e liquidazioni), può quindi sorprendere un gran numero di trader short, costringendoli a diventare acquirenti per chiudere le loro posizioni.

Questo provoca un effetto palla di neve: più il prezzo sale, più gli short sono costretti a riacquistare le loro posizioni, spingendo il prezzo sempre più in alto.

È noto che il mercato ha la tendenza a ” cacciare la liquidità” per muoversi correttamente e queste aree di prezzi concentrati di stop-loss e di liquidazione rappresentano bolle di liquidità perfette.

In effetti, è probabile che scoppino innescando un gran numero di ordini (principalmente ordini di acquisto) quando il prezzo li raggiunge.

Per questo motivo può essere interessante osservare la concentrazione delle posizioni corte rispetto a quelle lunghe quando si vuole anticipare un potenziale short squeeze.

Conclusione

Gli short squeeze sono eventi relativamente comuni nel mercato delle criptovalute ed è essenziale capire come funzionano per poterne eventualmente approfittare, ma soprattutto per evitare di caderne vittima. 

I venditori allo scoperto possono trovarsi rapidamente intrappolati e costretti a riacquistare le loro posizioni, provocando il famoso effetto snowball di immensa volatilità.

È necessario comprendere concetti come il tasso di finanziamento “funding rate” e l’interesse aperto “l’open interest” per capire il processo.

Autore

Vi siete persi nell'universo delle criptovalute? Benvenuti su Criptosociety, la piattaforma educativa dove divulghiamo le criptovalute e i Bitcoin per aiutarvi a scoprire questo universo decentralizzato attraverso varie presentazioni di progetti cripto, accompagnate da guide e tutorial.

Scrivere un commento