Una testnet è una rete alternativa di una blockchain che serve come ambiente sandbox per gli sviluppatori per testare il loro codice prima di distribuire nuovi aggiornamenti sulla mainnet. Concentriamoci sulle reti di prova e sulla loro importanza con l'esempio della blockchain Ethereum.

Cos'è e come funziona la Testnet?

Anche se la notizia è attualmente incentrata su Ethereum (ETH), è importante capire che tutte le blockchain e le applicazioni devono passare attraverso queste fasi di test prima di essere rilasciate sulla mainnet. Alcuni progetti decidono di aprire la loro rete di prova al pubblico, come ad esempio Cardano o Starknet, mentre altri decidono di farlo privatamente e internamente.

Va notato che anche il Bitcoin ha attraversato diverse fasi di sperimentazione. Il Litecoin è considerato il laboratorio del Bitcoin, in quanto gli aggiornamenti del Bitcoin vengono prima implementati sulla rete principale LTC prima di essere implementati sul Bitcoin, come ad esempio l’integrazione di Segwit o il Layer 2 Lightning Network.

Sebbene sia molto importante per l’ecosistema globale delle criptovalute, poche persone sanno davvero cosa sia una testnet, a cosa serva questo passo e perché sia importante parteciparvi.

Cos'è una rete di test in crypto (testnet) ?

In generale, una testnet è semplicemente la fase di test di una blockchain (o di un’applicazione cripto) che precede la mainnet e il lancio ufficiale del progetto. Questa forma di testnet consente agli sviluppatori di esercitarsi con una moltitudine di test senza conseguenze finanziarie. Si tratta quindi di un parco giochi per armeggiare senza impatto sul nostro portafoglio, piuttosto pratico per prenderci la mano!

In altri casi, le reti di prova sono utilizzate per testare nuove applicazioni che saranno successivamente implementate su un’applicazione decentralizzata o una blockchain esistente: è questo il caso di Ethereum con “The Merge“, su cui gli sviluppatori stanno provando una moltitudine di funzionalità e codici per consentire la migrazione dal consenso Proof of Work (PoW) a quello Proof of Stake (PoS) sulla mainnet.

Le sfide e le difficoltà non sono le stesse in entrambi i casi. In questo articolo ci concentreremo sul primo tipo di testnet.

Pertanto, questa fase di test consentirà agli sviluppatori del progetto di mettere la propria rete alla prova di un utilizzo reale e massiccio da parte degli utenti, al fine di :

  • Trovare bug e lacune che non sono ancora stati identificati da loro stessi.
  • Migliorare l’esperienza dell’utente e l’interfaccia generale.
  • Feedback da parte degli utenti per migliorare gli strumenti inerenti ai servizi offerti

Feedback utile per gli sviluppatori dei protocolli

Ecco alcuni esempi di feedback che è importante condividere e che gli sviluppatori cercano in particolare durante tutti questi test: 

  • Lo strumento di monitoraggio delle statistiche della blockchain (block explorer) non è molto semplice da usare, è possibile aggiungerlo o modificarlo?

  • Le transazioni sono molto lunghe e bisogna passare più volte per farle passare… “può fare qualcosa?”.
  • Il pulsante “Home” non funziona.
  • Rispetto a un concorrente, questa funzionalità è assente.
  • Ho identificato un difetto in questo contratto intelligente, che può mettere a rischio gli utenti della rete.

 

In breve, tutte le raccomandazioni che possono migliorare il protocollo (o l’applicazione decentralizzata), il suo monitoraggio, la sua interfaccia e i suoi vari servizi sono informazioni molto preziose per gli sviluppatori e i team di progetto.

Questo lavoro a lungo termine è un passo importante ed essenziale per qualsiasi progetto crypto per migliorare la sicurezza, le prestazioni e l’esperienza dell’utente in preparazione del lancio ufficiale del protocollo.

I vantaggi di testnet per gli utenti di criptovalute

D’altra parte, il Testnet permette ai partecipanti di :

  • Comprendere il progetto nella sua attuazione e capire meglio se è degno di investimento o meno.

  • Scoprire e testare nuovi progetti prima di chiunque altro e farsi coinvolgere nelle comunità fin dalle prime fasi.
  • Per giudicare al meglio il team che sta dietro al progetto, è necessario valutare le sue capacità di comunicazione e di ascolto della comunità, ma anche la sua capacità di risolvere rapidamente o meno determinati problemi.
  • Facoltativo: ottenere ricompense di qualsiasi tipo, come un Airdrop o una “Whitelist” per partecipare alla futura vendita dei token del progetto.

 

Su quest’ultimo punto, è importante specificare che non si tratta di un obbligo. In effetti, è piuttosto raro. Tenete conto del fatto che meno del 5% dei progetti che testerete sono effettivamente in grado di ricompensarvi. Considerate quindi le ricompense finanziarie come un bonus e non come un fine in sé.

A parte l’aspetto finanziario, i testnet sono quindi molto interessanti per gli utenti, sia in termini di formazione, sia per l’analisi e la comprensione aggiuntive che apportano a un progetto, sia per il posizionamento strategico che danno agli utenti. In effetti, gli utenti che fanno i loro “compiti”, si interessano e partecipano ai casi di test, saranno generalmente molto più avanti del gruppo. In un prossimo articolo analizzeremo più dettagliatamente come sfruttare questo posizionamento anticipato in un progetto.

 

Testnet: imparare a utilizzare le applicazioni crypto senza costi né rischi

In termini di formazione, i principianti possono imparare a utilizzare portafogli, DeFi, NFT… senza alcun rischio!  Per poter interagire con le reti di prova, è sufficiente creare un portafoglio e richiedere i gettoni di prova. Non hanno alcun valore e servono solo per interagire con il testnet. La perdita di questi token non ha alcuna conseguenza per l’utente, che può così effettuare una moltitudine di transazioni senza preoccuparsi di nulla!

A proposito, se si hanno dubbi sulle conseguenze di una transazione quando si utilizza un protocollo DeFi complesso, è bene cercare un protocollo simile in testnet ed eseguire la transazione su di esso per vederne le reali implicazioni.

È consigliabile effettuare i test su un portafoglio dedicato solo a questa pratica, senza alcun fondo. I protocolli o le reti presenti in testnet sono molto precoci nella loro fase di sviluppo; ricordiamo che il loro scopo principale è quello di consentire agli sviluppatori di effettuare una serie di test sulla loro rete. i rischi devono essere ridotti al minimo. Questo consiglio dovrebbe essere applicato in tutti i primi esperimenti con i protocolli Cripto.

In questo modo, una testnet è accessibile a tutti, sviluppatori e non. Sebbene alcune richiedano la creazione di nodi (“Devnet”), la maggior parte richiede solo la capacità di utilizzare un semplice portafoglio.

Presto presenteremo un tutorial che spiega come partecipare a una testnet da un punto di vista globale. In seguito faremo presentazioni e tutorial più specifici per alcuni progetti, in particolare su Starknet!

Autore

Cofondatore di Criptosociety, sono appassionato di Bitcoin da diversi anni. Il mio obiettivo è quello di lavorare per la democratizzazione del Bitcoin, della Blockchain e delle criptovalute per rendere questo universo selvaggio accessibile al maggior numero di persone possibile. Mi piace condividere la mia esperienza e sono sempre disponibile a rispondere alle vostre domande, sia per e-mail, nei commenti o sui social network.

Scrivere un commento

Please enter and activate your license key for Cryptocurrency Widgets PRO plugin for unrestricted and full access of all premium features.