Quando investiamo soldi in un progetto, sia nella finanza tradizionale che nelle criptovalute, siamo esposti alle nostre emozioni. Infatti, anche se ci viene consigliato di rimanere misurati nei nostri investimenti, siamo inevitabilmente influenzati dai movimenti del mercato. Che cos'è il sentiment del mercato? Perché è importante? Come può essere utilizzato?

Che cos'è il sentiment di mercato nelle criptovalute?

Il concetto di sentiment di mercato

Il sentiment del mercato rappresenta le emozioni di chi investe e fa trading. In generale, quando investiamo in un progetto e questo ha un buon rendimento, tendiamo a essere soddisfatti e addirittura euforici. D’altra parte, quando il mercato scende e il nostro portafoglio scende, tendiamo a preoccuparci. Ci siamo passati tutti!

Perché il sentiment è così importante nel mercato di criptovalute?

Il sentimento di mercato è una nozione onnipresente nei mercati tradizionali.
Alcune citazioni di investitori famosi sono molto conosciute & su questo tema,

Bisogna essere avidi quando gli altri sono timorosi e timorosi quando gli altri sono avidi.

Warren Buffett

Le criptovalute sono diverse dal mercato tradizionale, ma il rapporto tra domanda e offerta rimane lo stesso.
la domanda e l’offerta rimangono invariate. D’altra parte, le criptovalute sono molto meno
capitalizzati
rispetto ai prodotti azionari americani. Ad esempio, la capitalizzazione di Microsoft è
quattro volte superiore a quella del Bitcoin. Poiché le criptovalute hanno una bassa capitalizzazione, ciò comporta una maggiore volatilità.

Mentre il sentiment di mercato è molto importante nei mercati tradizionali, il sentiment è destinato ad avere un forte impatto nel mercato delle criptovalute data l’elevata volatilità. La volatilità aumenta il sentimento dei protagonisti. Gli attori tenderanno a essere rapidamente euforici quando il prezzo sale o a parlare di un bearmarket quando il prezzo scende. È quindi molto interessante studiare il sentiment del mercato.

Come misurare il sentiment del mercato?

Esistono diversi strumenti per misurare il sentiment del mercato. Il più noto è il Crypto Fear and Greed. Si tratta di un indicatore che misura il sentiment del mercato attribuendo un punteggio da 0 a 100. Più l’indicatore è vicino allo 0, più il sentimento è di paura. Al contrario, più l’indicatore è vicino a 100, più i partecipanti sono euforici.

L’indicatore prende in considerazione diversi fattori come la volatilità, i social network, la dominanza di Bitcoin e i volumi.

In questo caso vediamo che i mercati delle criptovalute sono estremamente impauriti. Possiamo anche vedere lo storico del sentimento di mercato e quindi vederne l’evoluzione nel tempo.

 

Usare sentimenti estremi per investire e ottenere un profitto

I whales usano la paura e l'euforia per comprare e vendere

Come sappiamo, i grandi wallet hanno bisogno di liquidità per poter acquistare e vendere criptovalute. Altrimenti, non possono acquistare o vendere a un prezzo stabile. Per vendere, questi operatori aspettano che il mercato sia euforico e i piccoli detentori immaginano che il mercato continuerà a salire all’infinito. Inoltre, le whales possono acquistare solo quando c’è un numero sufficiente di persone che vendono, ossia quando il mercato è incerto, quando i piccoli portafogli pensano che il mercato scenderà di nuovo.

Euforia e capitolazione

Ci sono quindi due periodi estremamente interessanti da osservare quando si guarda al sentiment del mercato: la paura estrema e l’euforia.

È necessario considerare entrambi gli estremi, perché l’obiettivo di ogni investitore è quello di ottenere un profitto. Può quindi essere molto interessante acquistare in un momento di paura e vendere mentre il mercato è pieno di entusiasmo. Ovviamente, non si tratta di acquistare quando l’indicatore è inferiore a 30 o di vendere quando l’indicatore supera 80.

La capitolazione avviene in un contesto di estrema paura. È il momento in cui, dopo un calo significativo, i investitore decidono di vendere, perché “il prezzo scenderà e potrò comprare a prezzi più bassi”. Questo è il momento in cui il mercato ha finito di scendere. In pratica, è una questione di fortuna trovare il punto di minimo di un mercato. Per questo motivo può essere interessante eseguire il DCA quando l’indicatore è in estrema preoccupazione.

Può essere difficile prendere profitti quando il prezzo del Bitcoin non fa che salire. In ogni caso, prima o poi il prezzo si correggerà. I top di mercato vengono solitamente raggiunti in condizioni di euforia dopo forti rialzi e può valere la pena di vendere per gradi quando ciò accade.

Conclusione

Infine, il sentiment descrive il comportamento degli operatori nei mercati finanziari tradizionali e nel mercato delle criptovalute. Questa nozione di sentimento è tanto più importante in quanto la capitalizzazione delle criptovalute è bassa rispetto al mercato azionario o all’oro, ad esempio. Possiamo utilizzare questi sentimenti per valutare la fase del mercato: l’estrema paura indica che gli attori sono prossimi alla capitolazione, mentre l’euforia fa sembrare che i mercati non si correggeranno mai.

I dati sul sentiment possono essere utili sia per gli investitori che per i trader. Naturalmente, è meglio utilizzare altri concetti come il supporto e la resistenza per completare l’analisi prima di acquistare o vendere.

Autore

Vi siete persi nell'universo delle criptovalute? Benvenuti su Criptosociety, la piattaforma educativa dove divulghiamo le criptovalute e i Bitcoin per aiutarvi a scoprire questo universo decentralizzato attraverso varie presentazioni di progetti cripto, accompagnate da guide e tutorial.

Scrivere un commento

Please enter and activate your license key for Cryptocurrency Widgets PRO plugin for unrestricted and full access of all premium features.