Elon Musk ha rivelato durante una videoconferenza con i dipendenti di Twitter di voler "massimizzare l'utilità del servizio" integrando i pagamenti digitali.

Elon Musk, l’uomo più ricco del mondo e amministratore delegato di Tesla e SpaceX, ha dichiarato giovedì in un incontro virtuale con gli 8.000 dipendenti di Twitter che ritiene sensata l’integrazione dei pagamenti monetari e criptovalutari nel social network.

È la prima volta che Elon Musk parla ai dipendenti di Twitter, uno dei più grandi social network del mondo. Durante la videoconferenza, il famoso miliardario ha svelato i suoi piani per l’azienda, che comprendono l’integrazione dei pagamenti digitali e “l’eliminazione delle truffe con le criptovalute”.

Secondo lui, questa integrazione permetterebbe agli utenti di inviare soldi “in entrambi i sensi”, paragonando questa funzione di pagamento ai prodotti “Venmo” o “Square Cash”.

Il denaro è fondamentalmente digitale a questo punto, e lo è già da tempo"... "Avrebbe senso integrare i pagamenti su Twitter, in modo che sia facile inviare soldi avanti e indietro.

Elon Musk nella conferenza video

Se Elon Musk dovesse diventare CEO di Twitter, il suo obiettivo principale sarebbe quello di “massimizzare l’utilità del servizio” unendo notizie, intrattenimento e pagamenti, che considera “aree critiche” essenziali per la crescita dell’applicazione. Ha poi affermato di voler “rendere l’uso di Twitter così avvincente” da farlo diventare una parte essenziale della vita quotidiana degli utenti.

Il mio obiettivo sarebbe quello di massimizzare l'utilità del servizio: più è utile, meglio è" - "E se si può usare per fare pagamenti convenienti, questo è un aumento dell'utilità.

Il CEO di Tesla e SpaceX

Il CEO di Tesla e SpaceX ha anche detto che Twitter dovrebbe essere come il social network cinese “WeChat”, che secondo lui è una “grande applicazione che è diventata così utile per la vita quotidiana” della popolazione cinese.

Elon Musk è sulla buona strada per acquistare Twitter

L’incontro virtuale del 16 giugno si è svolto nel contesto dell’acquisizione di Twitter da parte di Elon Musk. L’offerta da 45 miliardi di dollari del famoso miliardario americano non è ancora stata conclusa.

Infatti, Elon Musk ha ritardato la sua offerta dopo aver segnalato la presenza di numerosi account “BOT” e “Spam”, falsando così il numero reale di utenti. Sebbene Twitter sostenga che il suo social network non contenga più del 5% di account falsi, Elon Musk stima che ce ne siano quasi il 20%. Dice che la sua offerta è “basata sull’accuratezza dei documenti SEC di Twitter”.

Alla fine, Twitter ha accettato di soddisfare le richieste di Musk dandogli accesso a un “firehose” di dati, che gli avrebbe permesso di verificare “indipendentemente” la quantità approssimativa di account falsi analizzando l’attività dei BOT. Inoltre, una delle soluzioni proposte da Elon Musk per risolvere il problema degli account falsi sarebbe quella di lanciare il suo famoso servizio di abbonamento a pagamento “Twitter Blue”.

Non è la prima volta che Twitter affronta il settore delle criptovalute e degli NFT. In effetti, il social network consente già ad alcuni dei suoi utenti di ricevere pagamenti in Bitcoin (BTC) o di mostrare il proprio NFT come immagine del profilo.

Autore

Cofondatore di Criptosociety, sono appassionato di Bitcoin da diversi anni. Il mio obiettivo è quello di lavorare per la democratizzazione del Bitcoin, della Blockchain e delle criptovalute per rendere questo universo selvaggio accessibile al maggior numero di persone possibile. Mi piace condividere la mia esperienza e sono sempre disponibile a rispondere alle vostre domande, sia per e-mail, nei commenti o sui social network.

Scrivere un commento

Please enter and activate your license key for Cryptocurrency Widgets PRO plugin for unrestricted and full access of all premium features.