Elon Musk ha completato l'acquisizione di Twitter per 44 miliardi di dollari. Ha rapidamente estromesso quattro dirigenti, tra cui l'amministratore delegato.

La disputa su Twitter, durata mesi, è finalmente finita.

Il termine imposto dal tribunale per l’acquisizione scadeva venerdì scorso e ora Elon Musk ha finalizzato l’acquisto di Twitter.

È stato anche rapido nel licenziare i dirigenti chiave.

Le imminenti modifiche al social network, le sue caratteristiche e regole, il coinvolgimento di CZ e Binance nell’acquisizione e la continua caccia di Musk ai bot sul network, tutti i dettagli in questo articolo.

Gli alti dirigenti di Twitter allontanati dall'azienda da Elon Musk

Musk ha annunciato in aprile di voler acquistare Twitter per 44 miliardi di dollari, ovvero 54,20 $ per azione. 

A luglio, citando presunte dichiarazioni errate di Twitter sul numero di bot (account falsi) presenti sulla piattaforma, ha dichiarato che non avrebbe completato l’acquisto. 

Musk e Twitter si sono quindi citati in giudizio. 

Infine, in un messaggio grafico, il CEO di Tesla e principale promotore di Dogecoin (DOGE), ha annunciato il completamento del suo accordo con Twitter. 

Ha proclamato: “L’uccello è libero“.

Poco dopo aver assunto il controllo di Twitter, Musk avrebbe estromesso diverse figure chiave, tra cui l’amministratore delegato Parag Agrawal, il direttore finanziario Ned Segal e Vijaya Gadde, responsabile delle politiche legali, della fiducia e della sicurezza.

Agrawal e Segal si trovavano nella sede di San Francisco di Twitter quando è stato concluso l’accordo e sono stati rapidamente scortati fuori dall’edificio.

Una conversazione privata tra Musk e Agrawal è trapelata, rivelando che il CEO di Twitter ha lasciato Elon Musk senza una risposta. 

Una vendetta personale consumata rapidamente per il fondatore di SpaceX e Tesla.

Tuttavia, giovedì sera c’era un senso di confusione sull’accordo. Né Twitter né Musk hanno confermato immediatamente i licenziamenti.

Musk, che ha recentemente cambiato la sua biografia su Twitter in “Chief Twit“, non ha menzionato i licenziamenti dopo l’annuncio.

Musk, che mercoledì ha visitato la sede dell’azienda a San Francisco per incontrare il personale, ha detto che sta acquistando l’azienda “per cercare di aiutare l’umanità“.

In un tweet di giovedì, il miliardario ha dichiarato: “Il motivo per cui ho acquistato Twitter è che è importante per il futuro della civiltà avere una piazza pubblica digitale comune, dove un’ampia gamma di credenze possa essere discussa in modo sano, senza ricorrere alla violenza“.

Binance ha partecipato all'acquisizione della società Twitter per un valore di 500 milioni di dollari.

L’amministratore delegato del principale exchange di criptovalute al mondo, Changpeng Zhao, ha dichiarato che Binance ha versato 500 milioni di dollari “due giorni fa” come parte dell’acquisizione di Twitter da parte di Elon Musk.

A maggio, Binance è stata identificata in un documento della SEC come una delle 19 parti che hanno contribuito a finanziare l’acquisizione di Musk.

CZ ha definito l’impegno di 500 milioni di dollari dell’azienda come “un piccolo contributo alla causa” in un tweet dopo la condivisione del documento. 

In quell’occasione ha aggiunto che la priorità dovrebbe essere quella di ridurre lo spam e le truffe sulla piattaforma.

Le regole di Twitter probabilmente cambieranno

Elon Musk afferma che la sua visione è che Twitter “non può diventare un inferno libero dove si può dire qualsiasi cosa senza conseguenze”, ma deve “rispettare le leggi“.

Nelle sue parole, la piattaforma deve diventare un luogo piacevole e accogliente per tutti, dove ognuno possa scegliere l’esperienza che desidera in base alle proprie preferenze.

Tra le altre cose, Musk vuole abolire i ban a vita per gli utenti, che hanno colpito, ad esempio, l’ex presidente degli Stati Uniti Donald Trump, il cui account Twitter è stato appena ripristinato.

Sul servizio Twitter Blue dovrebbe comparire anche un abbonamento da 20 dollari al mese che permetterà a qualsiasi utente di ottenere il famoso pallino blu della certificazione sul proprio account.

Le accuse di Elon Musk sui bot di Twitter sono ancora attuali

Elon Musk non ha finito di attaccare Twitter (o almeno il suo ex consiglio di amministrazione), anche dopo essere diventato proprietario del social network. 

In effetti, il miliardario ha appena rivelato una conversazione privata tra ex membri del consiglio di amministrazione di Twitter che avrebbe potuto essere usata come prova in tribunale:

“Il consiglio di amministrazione di Wachtell & Twitter ha deliberatamente nascosto queste prove alla corte.Restate in ascolto, ne arriveranno altri…”.

Autore

Vi siete persi nell'universo delle criptovalute? Benvenuti su Criptosociety, la piattaforma educativa dove divulghiamo le criptovalute e i Bitcoin per aiutarvi a scoprire questo universo decentralizzato attraverso varie presentazioni di progetti cripto, accompagnate da guide e tutorial.

Scrivere un commento