Google ha annunciato il lancio del suo servizio cloud, Blockchain Node Engine. Ethereum sarà la prima blockchain del servizio nodi.

Dopo aver rivelato la partnership di Google Cloud di Alphabet Inc

La partnership di Google Cloud con Coinbase, la holding multinazionale del conglomerato tecnologico, ha annunciato il Google Cloud Blockchain Node Engine

Anche se saranno supportate altre blockchain, Google ha dichiarato che “Ethereum sarà la prima blockchain supportata dal Blockchain Node Engine“. 

Diamo uno sguardo alle notizie.

Google introduce il servizio Cloud Blockchain Node Engine su Ethereum

Alphabet Inc, altrimenti nota come Google (GOOGL), ha presentato giovedì il nuovo Google Cloud Blockchain Engine.

Blockchain sta cambiando il modo in cui il mondo archivia e sposta le informazioni“.

Il motivo per cui Google ha deciso di lanciare il motore è che l’azienda ritiene che “i nodi autogestiti sono spesso difficili da implementare e richiedono una gestione costante“.

Il prodotto Blockchain Node Engine è un “servizio di hosting di nodi completamente gestito” che può essere gestito da società di crittografia e fornitori di servizi web3.

Giovedì l’azienda ha inoltre chiarito che il nuovo servizio di node engine supporterà la seconda rete blockchain per capitalizzazione di mercato, Ethereum.

Così, nel blog di Google Cloud recentemente pubblicato, l’azienda tecnologica ha dichiarato che “Ethereum sarà la prima blockchain supportata dal nostro Blockchain Node Engine, consentendo agli sviluppatori di fornire nodi Ethereum completamente gestiti con accesso sicuro alla blockchain“.

Riducendo la necessità di un team Devops dedicato e offrendo il Service Level Agreement (SLA) di Google Cloud, “Blockchain Node Engine può consentire al vostro team di concentrarsi sui vostri utenti piuttosto che sulla vostra infrastruttura“, conclude il blog post di Google.

La partnership di Google con Coinbase per stimolare l'innovazione del Web3

Con questo ultimo prodotto di nodo blockchain, “le aziende web3 che hanno bisogno di nodi dedicati possono trasmettere transazioni, distribuire contratti intelligenti e leggere o scrivere dati blockchain con l’affidabilità, le prestazioni e la sicurezza che si aspettano dall’infrastruttura di calcolo e di rete di Google Cloud“.

Google inizierà ad accettare pagamenti in criptovaluta per i servizi cloud all’inizio del prossimo anno.

Annunciato martedì alla conferenza Cloud Next di Google, il gigante tecnologico ha dichiarato che riceverà i pagamenti in criptovaluta tramite un’integrazione con la borsa criptovaluta Coinbase.

In effetti, i pagamenti in criptovaluta saranno inizialmente distribuiti a una manciata di clienti che operano nel settore del web3.

Google utilizzerà anche il servizio di custodia di Coinbase, Coinbase Prime.

Thomas Kurian, CEO di Google Cloud, ha dichiarato: “Vogliamo rendere la costruzione in web3 più veloce e più facile, e questa partnership con Coinbase aiuta gli sviluppatori ad avvicinarsi a questo obiettivo.” 

L’ingresso del gigante tecnologico nel mondo della finanza decentralizzata (DeFi) e del web3 è stato rivelato lo scorso maggio, quando ha formato un team web3 all’interno della sua unità cloud. 

Forniamo tecnologie che consentono alle aziende di utilizzare e sfruttare la natura distribuita del Web3 nelle loro operazioni e attività correnti“, ha dichiarato all’epoca un portavoce di Google.

Autore

Vi siete persi nell'universo delle criptovalute? Benvenuti su Criptosociety, la piattaforma educativa dove divulghiamo le criptovalute e i Bitcoin per aiutarvi a scoprire questo universo decentralizzato attraverso varie presentazioni di progetti cripto, accompagnate da guide e tutorial.

Scrivere un commento