In un tweet di fuoco, CZ accusa una borsa di aver manipolato il suo portafoglio ordini. È FTX? Ecco alcune risposte.

Le condizioni di trading devono essere perfette, ma soprattutto eque, in modo che tutti i trader siano messi sullo stesso piano. Il capo di Binance, CZ, ha apertamente denunciato le pratiche dubbie chiamate “Jitters” su un exchange senza mai menzionare specificamente FTX.

I trader sono tradizionalmente meno spaventati dall’inizio di un mercato orso rispetto agli investitori tradizionali. Grazie ai contratti futures e alla leva finanziaria, i trader professionisti sono in grado di generare profitti indipendentemente dall’andamento del mercato.

In questo campo, la velocità è un’innegabile chiave di successo per un trader. Pertanto, ogni trader basa parte del suo successo sulla presunta affidabilità del protocollo su cui effettua le sue azioni. Pertanto, se il processo fallisce, le perdite possono diventare rapidamente considerevoli per i trader.

Nel mondo delle criptovalute, il termine jitter si riferisce a un evento durante il quale l’ordine di acquisto o di vendita di un trader viene bloccato e poi si sposta in basso nell’elenco degli ordini di mercato, lasciando spazio a nuovi ordini che vengono confermati prima di quelli precedenti. 

CZ accusa una borsa di aver manipolato il suo registro di ordini

Senza mai nominare FTX, CZ si è accontentato di un tweet particolarmente specifico per denunciare il comportamento di alcune borse di criptovalute. Inoltre, è attento a sottolineare che questa attività viene utilizzata ampiamente in una borsa in particolare. 

Secondo CZ, questo fenomeno è talmente diffuso in questa borsa che il termine “jitters” è stato creato in risposta a questo problema specifico, che sconvolge l’equilibrio tra i trader di tutto il mondo

In effetti, CZ ha parlato con alcuni trader VIP per saperne di più su questa pratica. Il feedback che ha ricevuto è stato eloquente: tutti hanno ammesso di essere a conoscenza del metodo, ma che esso rappresenta necessariamente un cattivo comportamento.

Molti utenti di Twitter hanno subito puntato il dito contro FTX, la borsa accusata da CZ. Tuttavia, SBF ha risposto prontamente a queste accuse affermando di non ritenere di essere il bersaglio delle critiche di CZ. Dichiara inoltre che “il libro ordini di FTX è sempre agnostico nei confronti dei suoi utenti e non cambia mai la priorità degli ordini”.

Accuse che coincidono con un richiamo da parte della FDIC a FTX

Questa affermazione di CZ coincide stranamente con un ordine emesso dalla Federal Deposit Insurance Corporation (FDIC) contro FTX e altre quattro società di criptovalute. 

Secondo l’istituto, queste borse avrebbero indotto i loro utenti a credere che i prodotti venduti dalla loro piattaforma fossero assicurati dalla FDIC.

In risposta, SBF si è detto pronto a collaborare attivamente con la FDIC in futuro, pur specificando che “FTX US non è assicurata dalla FDIC”. 

Per il momento, senza ulteriori chiarimenti da parte di CZ sui protagonisti del meccanismo di nervosismo, sembra impossibile determinare con precisione quale borsa sia stata coinvolta dal suo tweet.

Ciononostante, la notizia è tesa per FTX, che in futuro trarrebbe vantaggio da una maggiore trasparenza sulle sue attività. 

Autore

Vi siete persi nell'universo delle criptovalute? Benvenuti su Criptosociety, la piattaforma educativa dove divulghiamo le criptovalute e i Bitcoin per aiutarvi a scoprire questo universo decentralizzato attraverso varie presentazioni di progetti cripto, accompagnate da guide e tutorial.

Scrivere un commento

Please enter and activate your license key for Cryptocurrency Widgets PRO plugin for unrestricted and full access of all premium features.