Do Kwon e la Luna Foundation Guard (LFG) hanno negato le accuse mosse contro di loro dalla società CryptoQuant. Quest'ultima sarebbe infatti riuscita a individuare un movimento di oltre 3.300 Bitcoin (BTC), pari a circa 67 milioni di dollari, proveniente da un portafoglio appartenente alla LFG, l'organizzazione responsabile di Terra, di cui Do Kwon è uno dei membri.

Do Kwon nega le accuse a suo carico

Do Kwon, il fondatore di Terra (LUNA), ha negato via Twitter di essere dietro i recenti movimenti di Bitcoin (BTC) attribuitigli dalla società CryptoQuant.

Infatti, secondo le informazioni rivelate dalla sezione coreana di CoinDesk, CryptoQuant ha identificato un portafoglio appartenente alla Luna Foundation Guard (LFG), creato il giorno successivo all’emissione del mandato di arresto contro Do Kwon, il 15 settembre.

Secondo le informazioni on-chain, il portafoglio in questione ha inviato un totale di 3.313 BTC a due diversi portafogli, uno ospitato sull’exchange KuCoin e l’altro su OKX. Questi movimenti di fondi non sono sfuggiti nemmeno alle autorità sudcoreane, che hanno immediatamente chiesto alle due borse interessate di congelare i fondi durante le indagini.
 
Al momento in cui scriviamo, solo KuCoin si è rassegnata a congelare i Bitcoin sulla sua piattaforma.
 
Il principale interessato ha formalmente negato le accuse mosse contro di lui:

“La cosa più sorprendente è la quantità di disinformazione che si sta diffondendo. Non c’è nessun cashout come dichiarato, non uso KuCoin o OKX da almeno un anno, e nessun fondo da tfl [Terraform Labs, NDLR], lfg o qualsiasi altra entità è stato congelato”.

Luna Foundation Guard si difende

Da parte sua, anche la Luna Foundation Guard ha negato il suo coinvolgimento via Twitter, fornendo l’indirizzo del suo portafoglio che rappresenta la sua tesoreria, che attualmente detiene 313 BTC, ovvero poco più di 6 milioni di dollari ai prezzi attuali. LFG ha inoltre dichiarato di non aver creato un nuovo portafoglio né trasferito alcuna criptovaluta da maggio 2022.

A titolo informativo, la Luna Foundation Guard è l’organizzazione responsabile del sostegno allo sviluppo dell’ecosistema Terra nel suo complesso. Tra i suoi membri figurano Do Kwon, Nicholas Platias (direttore della ricerca di Terra), Remi Tetot (cofondatore di Real Vision), José Maria Macedo (partner di Delphi Digital) e Kanav Kariya (presidente di Jump Crypto).

Così, il caso Terra continua ad avanzare nel minestrone di piselli, e continua a portare la sua parte di informazioni contraddittorie. Secondo un rapporto di Bloomberg, Do Kwon è stato recentemente inserito nella Lista Rossa dell’Interpol, diventando così un fuggitivo internazionale.
Autore

Vi siete persi nell'universo delle criptovalute? Benvenuti su Criptosociety, la piattaforma educativa dove divulghiamo le criptovalute e i Bitcoin per aiutarvi a scoprire questo universo decentralizzato attraverso varie presentazioni di progetti cripto, accompagnate da guide e tutorial.

Scrivere un commento