Bitcoin (BTC): cos’è, come funziona e come si compra?

Bitcoin: cos'è, come funziona e come iniziare

Definizione di Bitcoin: cos'è e come funziona?

Il Bitcoin è la prima delle criptovalute, sia in termini cronologici che di capitalizzazione. 

Creata nel 2008-2009 da Satoshi Nakamoto, da allora ha subito un’evoluzione impressionante, sia in termini di adozione (da parte di privati e commercianti, ma più recentemente anche da parte delle aziende) sia dal punto di vista tecnico.

Tra tutte le criptovalute, se dovessi possederne solo una, sarebbe sicuramente questa!

Bitcoin è un protocollo monetario peer-to-peer.

Il software Bitcoin sul computer (o sul telefono) comunica direttamente con gli altri computer della rete.

Quando si effettua una transazione, ad esempio per inviare 0,2 bitcoin a un amico, si informano gli altri computer della rete con cui si sta comunicando, che ritrasmettono la transazione ad altre macchine e così via.

In questo modo, l’intera rete Bitcoin viene rapidamente a conoscenza del fatto che si vuole effettuare questa transazione.

Dopo un certo lasso di tempo, che dipende dal livello di densità della blockchain Bitcoin, la transazione verrà aggiunta a un nuovo blocco da un miner.

A quel punto la decisione avrà effetto e gli 0,2 bitcoin avranno effettivamente cambiato proprietà.

Inoltre, il Bitcoin ha alcune proprietà interessanti:

  • Quando si possiede la chiave privata che controlla i bitcoin, solo voi potete inviarli e nessuno può impedirvelo;
  • Il ritmo con cui vengono emessi nuovi Bitcoin è scritto nero su bianco nel codice e viene applicato dalle migliaia di computer che compongono la rete Bitcoin. Si può quindi essere certi che non ci saranno mai più di 21 milioni di Bitcoin. È persino possibile controllare la quantità di BTC in circolazione in qualsiasi momento dal proprio nodo Bitcoin;
  • La rete Bitcoin è decentralizzata attraverso decine di migliaia di nodi ed è protetta da un’enorme potenza di calcolo.

Definizione e spiegazione della blockchain Bitcoin

Prima del Bitcoin, la difficoltà tecnica incontrata dai primi tentativi di moneta digitale era il problema della doppia spesa.

Data una “moneta digitale”, deve essere possibile inviarla una sola volta a un’altra persona.

Una volta inviata, non è più mia e non posso inviarla a nessun altro.

Per simmetria, se ricevo una moneta digitale, ma scopro che è già stata inviata a qualcun altro prima di me dalla stessa persona, significa che questa persona sta cercando di truffarmi inviandomi una moneta falsa.

Tradizionalmente, le prime versioni di moneta digitale risolvevano questo problema con un server centrale che era la fonte della verità sull’ordine delle transazioni.

È stato questo server a garantire che la persona che mi inviava i soldi li avesse davvero e non li avesse già spesi tre giorni prima.

Il trucco di Bitcoin è stato quello di decentralizzare la fonte della verità.

Invece di un server centrale, l’intera rete concorda su un unico libro mastro (la “blockchain”) che registra tutte le transazioni in ordine.

Le nuove transazioni vengono scritte in blocchi, che vengono aggiunti alla blockchain uno alla volta (a una velocità media di un blocco ogni 10 minuti).

Un blocco contiene quindi diverse transazioni.

La decentralizzazione deriva dal fatto che chiunque può essere selezionato per proporre il blocco successivo aggiunto alla blockchain, attraverso la cosiddetta prova di lavoro ” proof of work”.

Qual è lo scopo del Token Bitcoin (BTC)? Qual è il suo obiettivo?

Soldi su Internet

Il Bitcoin è la prima vera realizzazione di una forma di denaro completamente decentralizzata e peer-to-peer su Internet.

Il Bitcoin, se usato correttamente, è un modo molto più sicuro di condurre transazioni sul web: invece di fornire i dati della carta di credito a terzi, il Bitcoin mi permette di pagare firmando una transazione che invia i fondi a un indirizzo fornito dal venditore.

In questo modo, non rivelo alcun segreto o informazione riservata, a differenza del modo in cui funzionano i pagamenti con carta.

Una riserva di valore

Con la sua politica di emissione della valuta perfettamente prevedibile e la sua quantità massima di 21 milioni di gettoni, il Bitcoin si è affermato anche come una vera e propria riserva di valore, inseguendo i metalli preziosi come l’oro.

In un contesto monetario e finanziario complesso, in cui la stampa di moneta fiat sembra non conoscere limiti, il Bitcoin sta assumendo sempre più il ruolo di bene rifugio, soprattutto a fronte dell’inflazione.

Il fondamento dell'infrastruttura finanziaria di domani

Il Bitcoin, in quanto rete e protocollo, può anche essere visto come la base di un’intera infrastruttura monetaria e finanziaria.

È infatti su Bitcoin che si stanno sviluppando nuovi protocolli come Lightning Network (canali di pagamento) e RGB (smart contract e token).

Bitcoin sarebbe quindi una rete di regolamento su cui si basano altri protocolli.

Come si acquista il Bitcoin (BTC)?

Binance – 20% di sconto

Binance è la piattaforma leader per l’acquisto e la vendita di criptovalute.

Anno dopo anno, è diventato il numero 1 in termini di volume e influenza.

Oltre al Bitcoin (BTC) è possibile negoziare oltre 300 diverse criptovalute.

Offre inoltre un trading con leva finanziaria per i più avventurosi e un servizio di staking per creare un reddito passivo senza alcuno sforzo.

👉 Registrati su Binance

FTX – Sconto del 5%

FTX è l’ultima arrivata nell’ecosistema delle piattaforme di trading, ma non ha nulla da invidiare alla concorrenza. Oltre al Bitcoin (BTC) è possibile negoziare oltre 200 diverse criptovalute. Si è distinta dalle altre piattaforme per l’offerta di cripto-derivati come i futures e il trading con leva.

👉 Registrazione su FTX

Kucoin – Sconto del 10%

Kucoin è il paradiso delle criptovalute a bassa capitalizzazione. Oltre al Bitcoin (BTC) è possibile negoziare oltre 300 diverse criptovalute. Questa ha scelto di concentrarsi su criptovalute forse meno conosciute, ma non per questo poco interessanti.

👉 Iscrizione su Kucoin

Quali sono i portafogli per conservare i gettoni Bitcoin (BTC)?

Portafogli "Wallet" scaricabili

Electrum

Electrum è uno dei più vecchi portafogli software ancora in fase di manutenzione. Disponibile su computer (Mac, PC, Linux) e dispositivi mobili, la sua interfaccia è molto semplice, il che la rende adatta sia ai principianti che agli utenti avanzati, che hanno accesso ad alcune funzioni avanzate come il controllo delle monete.

Per impostazione predefinita, Electrum si collega a un server Electrum casuale, ma è possibile collegarsi al proprio nodo Bitcoin.

Sparrow

Sparrow assomiglia molto a Electrum, e questo è un dato di fatto. Questo portafoglio software, disponibile su computer, è una versione leggermente più orientata al design di Electrum, con l’aggiunta di alcune funzioni di visualizzazione, in particolare per le transazioni, che faranno la gioia dei più tecnofili.

A differenza di Electrum, Sparrow non si connette a un server Electrum a caso, quindi non è possibile connettersi accidentalmente a un server Electrum. Ovviamente è possibile collegarsi al proprio nodo Bitcoin.

BlueWallet

BlueWallet è una delle principali soluzioni di wallet mobile.

Grazie al suo design elegante e raffinato e all’interfaccia utente accattivante, BlueWallet è perfetto sia per i principianti che per gli utenti esperti.

Per i principianti, è facile impostare un primo portafoglio Bitcoin e l’applicazione supporta anche la rete Lightning.

Una nuova funzione (Vault) consente inoltre di creare portafogli multi-firma, per gli utenti più esperti.

BlueWallet è ora disponibile anche su macOS!

Specter

Specter è anche uno dei portafogli più popolari, con un’attenzione particolare alla privacy e a funzioni avanzate come il controllo delle monete. In particolare, questo software può essere utilizzato solo con il proprio nodo Bitcoin, sullo stesso computer o su un nodo remoto. Recentemente, Specter ha incluso anche un nodo Bitcoin “ridotto”, che occupa pochissimo spazio sul computer (da 5 a 10 GB).

"Portafogli" hardware wallets

Ledger Nano

Ledger, oltre a essere un’azienda francese, è diventata un punto di riferimento in termini di hardware wallet. Sotto forma di chiave USB, Ledger Nano è un portafoglio ultra-sicuro che può memorizzare centinaia di criptovalute, tra cui BTC e tutte le criptovalute che si evolvono su Ethereum.

È disponibile in due versioni: Ledger Nano S e Ledger Nano X. Il primo, meno costoso, ha uno spazio ridotto, mentre il secondo, ovviamente un po’ più costoso, offre più spazio di archiviazione e la possibilità di connettersi via Bluetooth.

Domande frequenti sulla criptovaluta Bitcoin (BTC)

Il protocollo Bitcoin è stato progettato per inviare fondi in modo rapido e quasi gratuito. Diciamo “quasi” perché quando si trasferiscono i bitcoin, si deve pagare una tassa per ricompensare i minatori, le persone che usano i loro computer per mantenere la rete sicura.

Contrariamente a quanto si crede, il bitcoin non è anonimo: tutte le transazioni sono liberamente disponibili sulla blockchain. Se cliccate sulla vostra chiave pubblica (che è il vostro numero di conto, per così dire), potete trovare ogni tipo di informazione interessante: importo delle transazioni, destinatario dei fondi, ecc. Quindi non chiameremmo bitcoin anonimo, ma pseudonimo, perché conosciamo il vostro numero, non il vostro nome.

Potete trovare tutte le informazioni sul Bitcoin (btc) direttamente su http://www.bitcoin.org .

Trovate tutte le notizie sul Bitcoin (btc) su Criptosociety o attraverso le pubblicazioni dei network del progetto.

La piattaforma Binance consente di acquistare Bitcoin (BTC). Questa piattaforma offre le commissioni più basse del mercato e consente di negoziare le criptovalute preferite.

Ogni piattaforma di trading stabilisce il proprio prezzo e a volte ci sono differenze di diverse migliaia di dollari tra di loro. Ciò è dovuto alle differenze di liquidità tra loro: il prezzo è calcolato su una media delle transazioni effettuate internamente. In secondo luogo, non esiste ancora un’istituzione di riferimento nel settore. Non esiste un equivalente del Nasdaq che funga da arbitro, come nel caso del mercato azionario.

No. Ecco perché è importante controllare l’indirizzo crittografico della persona a cui si vogliono inviare i bitcoin. Al minimo errore di compilazione, i fondi andranno persi per sempre. Secondo Chainalysis, una società americana specializzata nell’analisi della blockchain, tra il 16,4% e il 22,4% dei bitcoin in circolazione sono andati persi.

Come per qualsiasi altro asset, è consigliabile non investire durante i picchi registrati dalle criptovalute. Un massimo storico è regolarmente seguito da un periodo di correzione, quando il prezzo attraversa una tendenza al ribasso. A questo punto si può pensare di investire. Ma tenete anche presente che potete perdere tutto.