Come ogni sistema, anche la finanza ha la sua parte di truffe. Le truffe sono purtroppo comuni. Per progredire serenamente nella vostra avventura in criptovaluta, la conoscenza di queste pratiche è essenziale. Proteggersi da queste attività non è facile, soprattutto se si è alle prime armi in un campo così complesso e vasto. Una delle pratiche - vecchia - consiste in uno schema piramidale chiamato schema Ponzi.

Illustrazione di uno schema Ponzi

Lo schema Ponzi è un sistema finanziario fraudolento inventato da Charles Ponzi nel 1919. Questo ex dipendente di un ufficio bancario di Boston ha messo a punto questa truffa per arricchirsi sfruttando la legittima ingenuità dei propri clienti.

Il processo dello schema è insidioso, basato su una falsa apparenza di stabilità. Uno schema Ponzi è una proposta di investimento che di solito promette interessi superiori alla media e quindi attira facilmente l’attenzione dei potenziali investitori.

Tuttavia, sarebbe troppo bello per essere vero, poiché i rendimenti proposti si basano solo sull’ingresso di nuovi giocatori nel sistema. In questo modo, ogni vecchio cliente ottiene i suoi guadagni dall’investimento dei nuovi clienti. Non appena si aggiunge un nuovo strato di investitori, una parte del capitale viene dirottata, esponendo tutti gli investitori al rischio di perdere tutto. Infatti, se non ci sono più nuovi clienti, tutti i clienti perderanno il loro investimento iniziale. La solidità del sistema è una finzione.

In diritto, questa pratica viene definita “aggiotaggio bancario”. Sebbene lo schema Ponzi sia una truffa finanziaria specifica, fa parte di uno schema più ampio noto come schema piramidale. L’Autorità per i mercati finanziari si batte quotidianamente per mettere in guardia gli utenti e sanzionare gli orchestratori di questi schemi.

Lo schema Ponzi nel sistema tradizionale

Uno dei più grandi scandali finanziari della storia è il risultato di uno schema Ponzi. L’11 dicembre 2008, BernardBernieMadoff, figura di spicco di Wall Street ed ex direttore del NASDAQ (il secondo mercato azionario degli Stati Uniti) è stato arrestato dall’FBI e incriminato per frode e truffa.

La sua società Bernard L. Madoff Investment Securities LLC era diventata una delle più grandi società di investimento al mondo, basata sul modello degli hedge fund. Il suo sistema non ha mai investito denaro ed è esistito semplicemente grazie al numero sempre crescente di investitori. La crisi economica del 2008 ha messo fine al suo piano quando una serie di richieste di prelievo per un ammontare di sette miliardi di dollari è diventata impossibile da soddisfare.

La storia del sito Bitconnect

Nel settore delle criptovalute, un caso simile è arrivato a ribaltare le carte in tavola nel bel mezzo della vecchia corsa al rialzo. Il sito web di Bitconnect è stato creato nel 2016. Offriva agli investitori tassi d’interesse folli, modulabili in base al rischio assunto al momento del deposito iniziale.

Mentre il bull run fa il suo corso e il 2017 è virtuoso, il BCC – il token di Bitconnect – è valutato alla fine del 2017 a 477 dollari e la sua capitalizzazione di mercato è di 3 miliardi di dollari.

Purtroppo il sogno è troppo bello, perché questo sito è l’ennesimo schema Ponzi che esplode il 18 gennaio 2018 portando con sé 2 miliardi di dollari di utenti che si sono fidati delle vuote promesse di redditività dei creatori di Bitconnect.

Conclusione

L’emergere della finanza decentralizzata promette un grande futuro per le criptovalute. Si tratta di uno scenario notevole ed essenziale per lo sviluppo di una nuova economia. Molte squadre stanno emergendo con protocolli e ambizioni legittime, coerenti e affidabili.

Tuttavia, l’aspetto positivo della moneta fiat non deve farci dimenticare gli effetti negativi della sua popolarità. Alcuni progetti non dovrebbero essere condivisi a causa della loro vicinanza agli schemi Ponzi. Occorre prestare attenzione alle promesse di rendimento e al modo in cui gli interessi vengono offerti da un protocollo.

La trasparenza di un progetto è essenziale. Oggi più che mai, visto il rischio di essere esposti a truffe, il valore del DYOR (Do your own research) sembra essere essenziale.

Autore

Vi siete persi nell'universo delle criptovalute? Benvenuti su Criptosociety, la piattaforma educativa dove divulghiamo le criptovalute e i Bitcoin per aiutarvi a scoprire questo universo decentralizzato attraverso varie presentazioni di progetti cripto, accompagnate da guide e tutorial.

Scrivere un commento