Il Merge è l'evento più importante nella storia della blockchain di Ethereum. Dietro questo termine si nasconde una modifica del consenso per spostare la rete da Proof of Work a Proof of Stake. Analizziamo l'impatto di The Merge sulla tokenomica dell'ETH.

Sebbene l’impatto della fusione sull’ecosistema Ethereum sia incerto, è certo che l’offerta di token Ethereum (ETH) sta per essere radicalmente modificata.

Comprendere la tokenomics di una criptovaluta è una sfida innegabile per anticipare il futuro di un token. L’ETH non fa ovviamente eccezione a questa regola e il verificarsi di The Merge sta costringendo tutti i partecipanti a ripensare il proprio modo di intendere l’offerta di ETH disponibile sul mercato.

Dal momento dell’annuncio ufficiale di The Merge, c’è stata molta attesa per l’emergere di un modello che limitasse fortemente l’inflazione di ETH.

Ma qual è la realtà?

The Merge: tutte le tappe dell'aggiornamento di Ethereum

La divisione tra il livello di esecuzione e il livello di consenso

Allo stato attuale, la blockchain di Ethereum è divisa in due reti parallele con scopi diversi.

Da un lato, il livello di esecuzione, talvolta indicato come mainet, è il livello che raggruppa tutti i minatori della rete Ethereum. Come parte del suo funzionamento e della Proof of Work, i minatori possono interagire solo con il livello di esecuzione. Il loro ruolo? Risolvere le varie equazioni che vengono loro presentate per convalidare i blocchi sulla blockchain e contribuire alla sua sicurezza.

D’altra parte, il livello di consenso, o beacon chain, è stato creato solo per contribuire all’implementazione della Proof of StakeIn questa rete, solo i validatori sono presenti e partecipano alla sicurezza della rete. Infatti, dal suo lancio nel 2020, questa chain non elabora transazioni sulla blockchain di Ethereum. Tuttavia, i validatori sono destinati a sostituire i minatori dopo la fusione. 

I due aspetti che contribuiscono all'evoluzione dell'offerta dell' ETH nel mercato

L’offerta di Ether (ETH) è guidata da due aspetti completamente diversi, ma innegabilmente complementari:

  • Emissione di ETH: il processo di creazione di ETH che non esisteva precedentemente.

  • Bruciatura (burn) ETH : il processo di distruzione di ETH per rimuoverli dalla circolazione

 

Va notato che dall’aggiornamento di Londra del 2021, per ogni nuova transazione sulla blockchain si verifica una bruciatura di ether. In effetti, le commissioni minime di transazione devono necessariamente essere pagate in ETH affinché la transazione sia considerata valida.

Queste commissioni minime, vengono bruciate durante la transazione, con il risultato che l’ETH viene tolto dalla circolazione con ogni transazione su Ethereum. Questo aggiornamento era destinato a far sì che l’emissione di ETH diventasse deflazionistica.

Le ricompense offerte sui diversi livelli della blockchain

Sia a livello di esecuzione che di consenso, chi contribuisce alla sicurezza della rete viene ricompensato per la sua attività.

Sul livello di esecuzione

Prima di The Merge, viene premiato il primo minatore che risolve il blocco successivo sulla blockchain. Pertanto, dall’aggiornamento di Constantinople del 2019, la ricompensa per la convalida di un blocco è fissata a 2 ETH.

Inoltre, i minatori vengono ricompensati per la convalida di blocchi validi, ma non elencati nella catena canonica. In questo caso, il minatore che pubblica un blocco ommer viene ricompensato con 1,75 ETH aggiuntivi.

Sul livello di consenso

L’operazione è diversa nella catena beacon, poiché i validatori devono attestare lo stato della catena e proporre l’iscrizione di nuovi blocchi. Questo lavoro è naturalmente ricompensato in ETH.

In concreto, il calcolo di queste ricompense si evolve in base alle prestazioni e al numero di minatore presenti nella rete. Tuttavia, una metrica rimane costante: la durata della distribuzione delle ricompense. Pertanto, i validatori ricevono una ricompensa a ogni “epoch”, ossia ogni 6,4 minuti.

Confronto dell'emissione di ETH sui due livelli di Ethereum

Tenendo conto di come i due strati di Ethereum partecipano alla creazione di ETH, è ora il momento di fare un calcolo approssimativo delle conseguenze sulla creazione di ETH.

Prima "The Merge"

Il livello di esecuzione produce una media di 2,08 ETH ogni 13,3 secondi ossia 4.930.000 ETH emessi all’anno. Di conseguenza, l’inflazione di ETH in un anno è pari a circa il 4,13%.

Il livello di consenso produce una media di 1.600 ETH al giorno pari a 584.000 ETH emessi all’anno a un tasso di inflazione di circa lo 0,50%.

In realtà, attualmente l’80,4% dell’emissione di ETH è destinato ai minatori del livello di esecuzione, mentre solo il 10,6% di questi ETH è destinato ai validatori della catena beacon.

Dopo "The Merge"

Il Merge cambierà le regole di consenso della blockchain di Ethereum.

Dopo il suo verificarsi, le regole PoW non saranno più applicabili al livello di esecuzione. Di conseguenza, il livello di esecuzione non emetterà più alcun ETH.

Il livello di consenso continuerà ad avere un’emissione simile a quella attuale di 1.600 ETH al giorno. Tuttavia, ci sarà una differenza notevole, poiché i validatori che attestano e propongono i blocchi saranno ora ricompensati.

In definitiva, si prevede che The Merge ridurrà le emissioni annuali degli ETH dell’89,4%.

La determinazione delle ricompense dei validatori dopo il Merge

In una blockchain PoS, i validatori sono quindi pagati per eseguire le regole assegnate e proteggere la rete. Pertanto, è inevitabile trovare una via di mezzo per incentivare adeguatamente i validatori ad agire sulla rete.

Se l’incentivo a diventare un validatore è troppo debole, la sicurezza della blockchain sarà indebolita dalla mancanza di validatori, ma se l’incentivo è troppo forte, la stabilità economica della blockchain potrebbe essere compromessa.

Numero di validatori nella rete

Prima della fusione, Sono stati necessari solo 16.384 validatori affinché la beacon chain iniziasse il suo percorso.

Dopo The Merge, gli sviluppatori di Ethereum hanno fissato un numero minimo di validatori per garantire la sicurezza della blockchain.
Pertanto, sarebbero necessari 128 validatori per ogni comitato, vale a dire 262.144 validatori e 8.388.608 ETH totali immessi.

Premi del validatore Ethereum

I validatori vengono premiati per aver completato con successo i compiti loro assegnati. Così, ogni 6 minuti (a ogni epoch), un compito viene assegnato a un validatore e quest’ultimo viene ricompensato se lo completa in tempo. La ricompensa (in ETH) per i validatori fluttua in base alla quota totale di ETH nella rete:

  • Quota totale di ETH inferiore : il tasso di ritorno per validatore è in aumento
  • La quota totale di ETH nella rete aumenta : l’aumento dell’emissione annuale di ETH per finanziare i validatori

Il tasso di rendimento è semplicemente il tasso annualizzato con cui i validatori vengono ricompensati per la loro partecipazione alla sicurezza della rete.

Penalità per i validatori offline

Le ricompense offerte ai validatori contribuiscono all’emissione aggiuntiva di ETH in circolazione. Al contrario, le penalizzazioni che possono colpire i validatori contribuiscono alla scomparsa di ETH dal mercato.

Come funzionano queste sanzioni e che impatto hanno sull’emissione di ETH?

Tecnicamente, una penalità si traduce in una riduzione di ETH sul saldo del Validatore. Sebbene non si tratta di un’operazione di bruciatura, la mancata redistribuzione di questi ETH su un altro conto è simile a un ritiro dalla circolazione degli ETH penalizzati.

Inoltre, i validatori offline hanno un impatto sulla rete complessiva, poiché ogni 1% di validatori offline riduce la quantità totale di ETH emessi di circa il 3%.

Tuttavia, se più del 33% dei validatori è offline nello stesso momento, non è possibile raggiungere la finalità. Pertanto, se la situazione persiste per più di 4 epoch (cioè circa 25 minuti), tutti i validatori offline subiranno penalizzazioni per “perdita di finzionalità”. In pratica, gli sviluppatori prevedono che questa situazione si verifichi molto raramente.

Dati della rete Ethereum prima della fusione
 

I validatori non avranno accesso diretto ai risultati del loro lavoro.

Il passaggio alla proof of stake segnerà quindi il lancio di ricompense e penalità per i validatori di Ethereum. Tuttavia, i validatori non potranno accedere agli ETH accumulati grazie al loro lavoro fino a un futuro aggiornamento.

Aggiornamento Shanghai in primo piano

Dopo il Merge, le ricompense dei validatori si accumuleranno in un saldo sul livello di consenso. In effetti, i conti in questione saranno diversi da quelli attualmente disponibili su Mainet.

Di conseguenza, l’aggiornamento di Shanghai previsto per 6-12 mesi dopo la Fusione avrà il ruolo di rilasciare le ricompense dei validatori. Pertanto, fino al completamento di questo aggiornamento, gli ETH ottenuti come ricompense non possono essere ritirati o trasferiti dai validatori.

In effetti, gran parte degli ETH emessi dopo la fusione non saranno immediatamente disponibili sul mercato.

Le conseguenze del rilascio di ETH sulla blockchain di Ethereum

La circolazione di questi ETH è quindi ritardata di diversi mesi. sono state sollevate molte preoccupazioni sulle conseguenze del rilascio di questi ETH dopo l’aggiornamento  Shanghai.

In primo luogo, si consiglia ai validatori che hanno diritto a queste ricompense di non raccogliere tutti i ETH guadagnati come ricompense direttamente dopo il loro rilascio.
 
In secondo luogo, nel caso in cui un’ampia percentuale di validatori non rispetti questo aspetto, il numero di validatori che lasciano il loro ruolo simultaneamente è limitato a 6 validatori per epoch. Inoltre, questo numero può essere ridotto a 4 per evitare che grandi quantità di ETH vengano messe in circolazione contemporaneamente sul mercato.

Conclusione

Il Merge comporterà una trasformazione fondamentale della tokenomics di ETH. La riduzione dell’emissione di ETH di quasi il 90%, così come il processo di bruciare le commissioni minime necessarie per completare una transazione, dovrebbero ridurre notevolmente l’inflazione di ETH.

L’obiettivo finale della comunità di Ethereum è quello di rendere l’ETH deflazionistico nel lungo periodo. Solo il futuro fornirà una risposta a questa sfida, ma The Merge è una conditio sine qua non per la sua realizzazione.
Autore

Vi siete persi nell'universo delle criptovalute? Benvenuti su Criptosociety, la piattaforma educativa dove divulghiamo le criptovalute e i Bitcoin per aiutarvi a scoprire questo universo decentralizzato attraverso varie presentazioni di progetti cripto, accompagnate da guide e tutorial.

Scrivere un commento

Please enter and activate your license key for Cryptocurrency Widgets PRO plugin for unrestricted and full access of all premium features.